Dal cuore dell'oratorio, al cuore dei ragazzi

Gli spazi dell’Oratorio

L’Oratorio

Casa che accoglie”, “cortile in cui incontrare gli amici”, “ambiente che avvia alla
vita”, “chiesa che evangelizza”. Gli spazi di un
Oratorio devono rispondere in modo adeguato
a queste caratteristiche, e l’Oratorio Valdocco,
come primo Oratorio di Don Bosco, cerca di
essere un modello positivo per tutti gli altri
anche in questo senso. Per questo un ampio
cortile attrezzato, il cinema teatro, diverse
sale giochi e sale per ritrovo, uffici, palestre,
il bar ed una cappellina interna.
Nei suoi oltre 150 anni di vita, l’Oratorio ha
visto molte trasformazioni e cambiamenti.
Tutto per rispondere in modo “aggiornato”
alle caratteristiche dettate da Don Bosco.

Ingresso

L’ingresso pedonale da via Salerno 12 introduce nell’atrio in cui si viene accolti
da un cartellone di Benvenuto che spiega in
che posto si sta entrando. “…Oratorio? LabOratorio? …è lo stesso!” come ha detto il signor
Pinardi a Don Bosco quando gli ha affittato
il prato e la tettoia da cui poi è sorto tutto il
complesso di Valdocco.
Sull’atrio si affacciano gli uffici del direttore
e degli educatori, che così possono accogliere
chiunque entri in Oratorio;
dall’atrio si accede al portico e al cortile, visibile da
un’ampia vetrata, oppure si
può accedere al teatro.

L’Edificio

L’Oratorio Valdocco è parte del ben più
ampio complesso salesiano di Valdocco,
che occupa quasi tutto l’isolato compreso tra
via Maria Ausiliatrice, via Salerno, via F. Cigna e via Sassari; fanno parte del complesso
inoltre gli edifici che affacciano su piazza
Maria Ausiliatrice, sedi dell’Istituto delle
suore FMA (Figlie di Maria Ausiliatrice),
della Parrocchia e degli Uffici di Pastorale
Giovanile Salesiana; quella di Valdocco è
infatti la Casa Madre della congregazione
salesiana; le due comunità al suo interno
(San Francesco di Sales e Maria Ausiliatrice)
comprendono: Ispettoria (con la sede dell’AGS
– Associazione Giovanile Salesiana), Parrocchia (di cui fa parte l’Oratorio), Basilica,
Scuole (media e C.F.P. – Centro Formazione
Professionale) e Tipografia (SGS – Scuola Grafica Salesiana). L’Oratorio Valdocco occupa la
parte di isolato verso via Salerno; l’edificio è di 3 piani fuori terra, con ingresso pedonale
al centro della manica, in corrispondenza di
via Salerno, 12. Tutte le sale dell’Oratorio e
il teatro si trovano in questo primo edificio,
mentre alcuni altri spazi (palestre e alcune
stanze) sono negli edifici che delimitano il
cortile, occupati dalla tipografia e dal C.F.P..
La struttura dell’Oratorio è composta da sale
polifunzionali destinate ad accogliere i gruppi delle diverse fasce d’età e il catechismo,
da tre campi da calcetto in erba sintetica,
dal cinema teatro “Piccolo Valdocco” (350
posti), da una palestra per la danza e le arti
marziali, dai locali destinati all’ospitalità e
dai due bar; all’interno trovano sede le Associazioni “Auxilium Valdocco” e Un-Ex, e il
Centro Diurno Aggregativo per ragazzi seguiti
insieme ai Servizi Sociali di zona.

Il Cortile

Il luogo centrale della vita dell’Oratorio è certamente il cortile, attorno al quale si sviluppano tutti gli altri spazi che vanno a realizzare
l’idea di Oratorio delineata da Don Bosco. Un
cortile attrezzato e modificato per rispondere
al meglio alle esigenze che vengono riscontrate
nel tempo. Così nel cortile trova spazio l’immancabile campo da calcio, suddivisibile in
tre campetti più piccoli, un campo da basket e
pallavolo, un parco giochi per i più piccoli, il
portico e, centro della vita oratoriana, l’anfiteatro. Dal portico si accede alle sale del 1° piano,
al bar e alle sale giochi. Palestre e altre sale si
trovano anche negli edifici attigui, sedi della
tipografia e della scuola professionale. il portico è uno dei luoghi di incontro più
significativi, protetto dalle pallonate che si
rischiano invece in campo…
ma vediamo meglio le caratteristiche:

  • 3 campi da calcetto in erba sintetica (che compongono un unico campo da calcio), con i relativi spogliatoi e docce;
  • 1 campo da basket o volley, su asfalto;
  • 1 campo da calcetto (non regolamentare), in porfido;
  • l’“anfiteatro”, struttura a gradoni, a forma di ellisse, in mattoni, che riprende la forma di una piccola arena;
  • parco giochi, rinnovato con alcune nuove strutture di gioco (castello in legno e capannina; scivoli e diverse piccole giostre);
  • il “passa”, giostra sul modello delle “catene”
    dei luna park, in piccolo;
  • un ampio portico, capace di accogliere moltissime persone, in cui trovano posto molti
    calciobalilla, ping-pong e videogiochi, oltre
    a diverse panchine.

tutto l’Oratorio cerca una certa uniformità
nella colorazione che faccia percepire un disegno complessivo; i diversi ambienti possono
altresì avere le colorazioni più indicate per la
destinazione principale cui sono destinati.
L’intero Oratorio si configura così come un
insieme complesso di spazi che sono a disposizione di chi lo frequenta.

Aule e spazi interni

Direttamente affacciate sul cortile trovano
spazio tutte le sale giochi, divise per età;
gli uffici del direttore e dell’equipe educativa, così come un bar e il teatro, si trovano a
piano terra; ai piani superiori ci sono le sedi
dell’associazione Auxilium Valdocco, con la
segreteria per le attività sportive, e dell’Associazione Un-Ex (ex-allievi salesiani), con
il bar e l’ampia sala giochi, punto di ritrovo
soprattutto per gli anziani. Al primo piano
vi sono poi due ampi saloni e diverse salette,
utilizzate per le attività di gruppo. All’ultimo piano vi sono molte stanze utilizzate per
l’accoglienza di studenti o di minori.

Altri spazi

Oltre alle diverse sale polifunzionali, parte della vita dell’Oratorio sono il teatro,
la sala prove, le palestre ed i due bar, ed altri
spazi:

  • sede della P.G.S. (Polisportiva Giovanile Salesiana) “Auxilium Valdocco”, che gestisce le attività sportive a livello dilettantistico dell’Oratorio;
  • sala “giovani” destinata ai ragazzi maggiorenni che frequentano l’Oratorio e non sono coinvolti costantemente in attività di animazione dei più piccoli;
  • la cappellina;
  • il “GOV”, piccolo centro tipografico dell’Oratorio, a piano terra, in cui trova sede anche la redazione di “Vai…Docco”, il corrierino dell’Associazione “Auxilium Valdocco” che racconta tutte le vicende e gli appuntamenti dell’Oratorio.
  • sala prove ed altre sale sottostanti l’edificio del CFP, tutte attualmente in fase di ristrutturazione;
  • palestra “tatami” sottostante la Scuola Grafica.

I bar attivi si trovano uno al piano superiore,
utilizzato per lo più dagli ex-allievi anziani,
l’altro al piano terra, destinato ai giovani
dell’Oratorio e alle famiglie (appena realizzato). La recente realizzazione
della sala bar a piano
terra è un ottimo esempio
di riqualificazione di uno
spazio precedentemente
anonimo, e costituisce
un quotidiano punto di
incontro per moltissime
persone.
Moltissimi sono i locali
tecnici e quelli adibiti
a deposito o altra destinazione, che può subire
trasformazioni a seconda delle necessità (ufficio,
sala riunioni, deposito
temporaneo…). Tutti i locali sono soggetti a trasformazioni in modo da essere
il più possibile adeguati
alle esigenze dell’Oratorio,
con i mezzi, anche finanziari, che via via si hanno
a disposizione.
Gli Oratori salesiani possono far riferimento ad
un ufficio tecnico apposito che segue tutte le
strutture salesiane. In questo modo, un po’ per
volta, gli oratori riescono ad adeguarsi alle normative ed alle esigenze di fruibilità che si presentano. Così possono sempre rispondere alle
qualità che Don Bosco ha pensato per loro.